Acrobazie in bici by Alfred. Jarry

By Alfred. Jarry

Show description

Read or Download Acrobazie in bici PDF

Best italian_1 books

Naming the Rose: Eco, Medieval Signs and Modern Theory

Literary learn on Eco's The identify of the Rose

Extra info for Acrobazie in bici

Sample text

Più lontano che da Parigi al mar del Giappone - precisò Arthur Gough. – Siccome tra Parigi e Vladivostok non ci sono diecimila miglia esatte, giriamo a due terzi della strada, fra Irkutsk e Stryensk. – In effetti è meglio – disse Marcueil, – così vedremo l’arrivo a Parigi. E dopo quante ore? – Prevediamo un percorso di cinque giorni – rispose Arthur Gough. – È molto lungo – notò Marcueil. A questa osservazione, che rivelava tutta l’incompetenza del loro interlocutore, il chimico e il meccanico repressero un’alzata di spalle.

E così l’ultimo vagone, che era diventato invisibile durante questo lavoro di rieducazione per defunti, si fa sempre più grande, fino a ritrovare la sua posizione naturale che non avrebbe dovuto mai lasciare, da qualche parte dietro di me, e il centro del tender arriva a mezza iarda a destra della mia spalla destra. Ovviamente il tutto fu accompagnato dai nostri urrà, tuonati nelle quattro maschere: – Hip, hip, hip, urrà per Jewey Jacobs! E la tromba volante ripeté per tutto il cielo: – Hip, hip, hip, urrà per Jewey Jacobs!

Poco prima che il filo dell’indicatore prendesse fuoco, White stava farfugliando il ritornello, simile al rumore della grandine, tipico del suo sprint finale, tante volte sentito nel corso dei suoi record del miglio e del mezzo-miglio lanciato sulle piste a forma di aquilone del Massachusetts: Poor papa paid Peter’s potatoes! Per proseguire avrebbe dovuto inventare, ma le gambe andavano troppo veloci per il suo cervello. Il pensiero, almeno quello di Sammy White, non è così rapido come si dice, e non mi sembra in grado di esibirsi su pista.

Download PDF sample

Rated 4.30 of 5 – based on 21 votes